Chi non ricorda la serie televisiva Magnum P.I. che spopolò negli anni 80? Il suo protagonista, Tom Selleck, ci fece conoscere e innamorare delle Hawaii.

Grazie all’amico Marco di America in Moto i lontani ricordi della mia gioventù si trasformano in realtà. Il mio grande viaggio ha inizio; si parte quindi alla scoperta delle meravigliose Hawaiian Islands.

Aloha dalle Hawaii

Il viaggio alle Hawaii comincia da Kauai, così verdeggiante da meritarsi l’appellativo di “Isola Giardino”. Visitiamo il Waimea Canyon, il “Grand Canyon del Pacifico”, che rivaleggia per bellezza con quello più famoso dell’Arizona. Raggiungiamo poi la Na Pali Coast dove The Kalalau Trail ci consente di ammirare le scogliere che si gettano a picco nell’oceano.

Maui è soprannominata l’”Isola della Valle”, delimitata da due vulcani spenti: Haleakala e Puu Kukui. Iniziamo dai fondali del Molokini Crater, un cratere vulcanico quasi completamente sommerso. La sua forma a mezzaluna riemerge dall’acqua e protegge dalle correnti e dalle onde offrendo una barriera corallina ricca di vita. Da appassionati harleysti non possiamo esimerci dal gustare le strade isolane anche in sella ad una Electra Glide. Esploriamo Haleakala, la “Casa del Sole”, il più grande vulcano inattivo del mondo. Lungo la Hana Highway attraversiamo foreste tropicali, cascate e pendii che precipitano nell’oceano.

Hawaii, conosciuta come la “Grande Isola” per le dimensioni, geograficamente è la più eterogenea. Ammiriamo deserti, foreste pluviali, vulcani e vette innevate. Iniziamo la scoperta del territorio dall’Hawaii Volcanoes National Park. Al Punalu’U Beach Park, una spiaggia di sabbia nera finissima, ammiriamo le tartarughe che si riscaldano al sole.

Oahu, soprannominata “Isola degli incontri”, rappresenta il cuore delle Hawaii. Presi da una voglia implacabile di guidare un’auto sportiva, abbandoniamo le due ruote per noleggiare una Ford Mustang rossa fiammante. Visitiamo Pearl Harbor, passata alla storia per il feroce attacco sferrato dal Giappone nel 1941 che segnò l’entrata in guerra degli USA. Proseguiamo con il centro di Honolulu e Waikiki Beach, una splendida mezzaluna di sabbia bianca circondata da grattacieli e sullo sfondo il vulcano spento del Diamond Head.

Salutiamo le Hawaii

Iniziamo il viaggio di rientro facendo una sosta a New York. Ad attenderci all’aeroporto c’è una limousine nera brillante. “Che figata!” mi viene da esclamare.

Rivediamo con piacere Central Park con il sole e i colori dell’autunno, Union Square con il colorato mercato e gli spettacoli di strada (esattamente le stesse persone che avevamo incontrato l’anno prima), World Trade Center ultimato, Rockfeller Center, Wall Street, l’Harley sulla Broadway.

Acquistiamo ancora qualche regalino per Luna (la nostra boxerina che ci attende a Roma) e completiamo il percorso culinario newyorkese, tre must che non possono essere tralasciati: la colazione con i muffin degli street food, la cheesecake di Junior’s e il Pastrami sandwich di Katz’s Delicatessen!

Il nostro viaggio alle Hawaii si conclude così in puro stile americano. Si riparte con un bagaglio a mano pieno di regali e con le mille emozioni vissute che nessuna foto potrà mai esprimere completamente, ma che la nostra mente non potrà mai cancellare… ancora un viaggio da sogno!

Ringraziamenti

Ringrazio LowRide Lifestyle Magazine per aver pubblicato l’articolo (leggi qui l’articolo).

Leggi anche:

Author

Soffro di dipendenza da viaggio. Amo visitare Paesi lontani ma anche luoghi del Vecchio Continente e dell’Italico Stivale. Sono appassionato di motociclismo, auto d’epoca, subacquea e affascinato dal mondo custom.

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: