Tag

Baja California

Browsing

This travel experience was born from a “random assemblage” of six people united by a single passion: travelling by motorbikeSo those six sinister characters (Fausto, Lucia, Marco, Serena, Marco and Vincenzo) goes to Los Angeles to enjoy a delicious French Dipped Sandwich from Philippe the Original, waiting to reach the Baja California (i.e. the Mexican California).

The Baja California Peninsula is a long strip of arid land that is colorated along the coast and around the river beds that are formed during the rainy season, bounded by the waters of the Sea of Cortez on the east side and by the Pacific Ocean on the west coast.

The Los Cabos region

Our adventure starts from the southern end of the Baja California, from the Los Cabos region – aka the “End of the Earth” being the last territory of the peninsula –  which presents a curious duality:

  • on the one hand the quiet San Jose del Cabo, that maintains the look and feeling of an authentic Mexican pueblo, with its central square, its narrow cobbled streets, its colonial buildings;
  • on the other hand Cabo San Lucas, on the opposite side of the “Corridor”, famous for deep sea fishing and for many bars that “pumping” blaring music.

It is with Stefano, an excellent local guide, that we visit one of the most popular places: El Arco, also called “Land’s end“, a big arch of rock that forms a sort of window on the ocean, along with cliffs and rocks molded from the fury of the winds and the sea force, which are home to a colony of friendly sea lions.

Cabo San Lucas - El Arco
Baja California – Cabo San Lucas – El Arco

The next day we start our journey to El Triunfo, the old mining town, where stands the curious chimney of Gustav Eiffell, the artist who built the Parisian tower.

Baja California – Start motorbike tour

Finally the long awaited moment comes: the departure of the actual tour, the one full of such kind of emotions that only the two wheels can offer. A HD Electra Glide, a HD Street Glide, a HD Heritage Softail and an Indian Chieftain will be the our travel companions for the next days. Two cute characters of EagleRider Motorcycle Tours provide support to us, Jeff and Sean, who seem escaped from the pen of a cartoonist but that show a professional guide and a faithful driver of the mean of support.

We drive along the Mexican Federal Highway 1 from south to north, run into the town of Todos Santos, La Paz, Baja Magdalena, Loreto, Sant’Ignacio, Guerrero Negro, Catavina, San Quintin and (about 1.300 mi).

The scenery is simply magnificent: bright colors and intense, amazing and intoxicating scents, pure white beaches, wilderness and arid where cardon – cactus by the powerful arms that rise up to 18 meters – and cirios – a kind of inverted carrot – are the undisputed protagonists of the Cataviña’s desert, a spectacle of nature. It seems to be entered into a western movie screenplay: desert, cactus, the sky always clear of a dazzling blue.

Cataviñá - Cardon Cactus
Baja California – Cataviñá – Cardon Cactus

But the Baja California also has its own history, represented especially by the remains of the ancient missions of the Franciscan and Jesuit monks – who reached the Baja California in the Seventeenth and Eighteenth century with the aim to evangelize native peoples – including those of San José del Cabo, El Triunfo, Todos Santo, Sant’Ignacio and Loreto.

We are so full of enthusiasm also thanks to a special meeting, unique and unrepeatable: the sighting of gray whales. Aboard a small boat we incredulously admire the terrific spectacle offered by the splashing water games of big cetaceans along with their offspring. It’s in these very warm and welcoming waters that gray whales migrate from the Arctic every year from January to March, to breed and care for their puppies.

Bahia Magdalena - Ballena Gris
Baja California – Bahia Magdalena – Ballena Gris

Just outside Ensenada the territory offers a completely different landscape, following the route of the wine that is produced here and that is exported around the world.

Returning to the United States

It’s time to enter into the United States and enjoying the show offered by the landscaped path along the coast, where the windsurfers show their jumps and stunts on the waves. We reach San Diego, a natural and cultural oasis, the prototype of the Southern California town that evokes the timeless image of the famous Beach Boys song, “California Girls“: sun, sand and palm trees! The climate is ideal, sunny and temperate all year round.

The last stop is Los Angeles, departure city of our adventure, where we leave our motorbikes. Still a challenge with food awaits us: the famous burritos Manuel’s Original El Tepeyac Cafe, an explosive Mexican dishes. And also this time the man won! It’s time to return, while our eyes still keep the images offered by the whales, by the cardon, by the cirios, by the desert wind, by the vast beaches that overlook the ocean, by the Mexicans with their peaceful way of life.

Not the usual motorbike ride, to which we are accustomed, and not even the journey that we expected to do… aware that to make this adventure really special it’s been the group! Once again we come back rich of new and beautiful feelings that make us live and make us grow. Adios Baja California!

Acknowledgments

Marco of America in Moto: thank you so much for arranging an amazing trip for me.

Awards and Prizes

This article:

GUARDA IL FILMATO

___________________________________________________________________________

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questa esperienza di viaggio nasce dall’”assemblaggio” casuale di sei persone accomunate da un’unica passione: il viaggio in motorbike. È così che sei loschi individui (Fausto & Lucia, Marco & Serena di Kanaloa Viaggi, Marco e Vincenzo) si ritrovano la sera del 9 gennaio 2015 a Los Angeles per gustare un delizioso French Dipped Sandwich da Philippe the Original, nell’attesa di raggiungere in moto la Baja California, la California messicana.

La penisola della Baja California è una lunga striscia di terra arida che si colora lungo le coste e in prossimità dei letti dei fiumi che si vengono a formare durante il periodo delle piogge, delimitata dalle acque del Mar di Cortez ad oriente e da quelle del Pacifico sulla costa ovest.

La regione di Los Cabos

La nostra avventura prende avvio dall’estremità meridionale della Baja California che ospita la regione di Los Cabos. E’ nota come la “Fine della terra” poiché ultimo territorio della penisola ed è custode di una curiosa dualità:

  • da una parte, la tranquilla San José del Cabo mantiene l’aspetto e l’atmosfera di un autentico pueblo messicano, con la sua piazza centrale, le sue viuzze acciottolate, i suoi edifici coloniali;
  • dall’altra, Cabo San Lucas, sul lato opposto del “Corridoio”, famosa per la pesca d’altura e ricca di bar che “pompano” musica a tutto volume.

È con Stefano, ottima guida locale, che prendiamo confidenza con il territorio visitando uno dei luoghi più conosciuti: El Arco, detto anche Land’s end, “La fine della Terra”. Un grande arco di roccia che forma una sorta di finestra sull’oceano, accompagnato da faraglioni e rocce, che ospitano una colonia di simpatici leoni marini, modellatesi dalla furia dei venti e dalla forza del mare.

Il giorno seguente si parte alla scoperta di El Triunfo, l’antica città mineraria dove svetta la curiosa ciminiera di Gustav Eiffell, si proprio quello della torre parigina.

Baja California - Cabo San Lucas - El Arco
Baja California – Cabo San Lucas – El Arco

Baja California – Inizia il tour in moto

Arriva il momento tanto atteso, la partenza del tour vero, quello ricco di emozioni che solo una due ruote può offrire.

Una HD Electra Glide, una HD Street Glide, una HD Heritage Softail e una Indian Chieftain saranno le nostre compagne di viaggio per i giorni a seguire.

Ci forniscono supporto due simpatici personaggi di Eagle Rider Motorcycle, Jeff e Sean, che sembrano fuoriusciti dalla penna di un disegnatore di fumetti ma si rilevano una guida professionale e un driver fedelissimo del mezzo di supporto.

La traversata della Baja

Percorriamo la Mexican Federal Highway 1 da sud a nord, imbattendoci nelle località di Todos Santos, La Paz, Baja Magdalena, Loreto, Sant’Ignacio, Guerrero Negro, Catavina, San Quintin e Ensenada (2.000 km circa).

Lo scenario è semplicemente magnifico. Colori accesi ed intensi. Profumi sorprendenti ed inebrianti. Spiagge di un bianco candido. Terra selvaggia ed arida dove i cardon – cactus dalle possenti braccia che si ergono fino a 18 metri – e i cirios – una specie di carota rovesciata – sono i protagonisti incontrastati soprattutto del deserto di Cataviña.

Sembra di essere entrati in una sceneggiatura di un film western: deserto, cactus, cielo sempre limpido di un azzurro abbagliante.

Ma la Baja California ha anche una propria storia, rappresentata in particolar modo dai resti delle antiche missioni dei monaci francescani e gesuiti. I religiosi raggiunsero la Baja California nel XVII e XVIII secolo con lo scopo di evangelizzare i popoli primitivi. San José del Cabo, El Triunfo, Todos Santo, Sant’Ignacio e Loreto sono le missioni che visitiamo.

L’entusiasmo sale alle stelle grazie ad un incontro particolare, unico e irripetibile: l’avvistamento delle balene grigie. A bordo di una piccola imbarcazione ammiriamo increduli lo spettacolo di spruzzi e giochi a pelo d’acqua offerti dai grossi cetacei e dai loro piccoli. È proprio in queste calde e accoglienti acque che le balene grigie migrano ogni anno, da gennaio a marzo, dall’Artico per riprodursi e per accudire i propri cuccioli.

Paesaggio completamente diverso è quello offerto dal territorio posto appena fuori Ensenada, dove si snoda la strada del vino che viene prodotto da queste parti.

Baja California - Bahia Magdalena - Ballena Gris
Baja California – Bahia Magdalena – Ballena Gris

Il ritorno negli States

È arrivato il momento di entrare negli Stati Uniti d’America godendoci lo spettacolo offerto dal percorso paesaggistico lungo la costa dove i surfisti offrono spettacolo con i propri salti e acrobazie cavalcando le onde.

Raggiungiamo San Diego, oasi naturale e culturale, prototipo della città californiana meridionale che evoca le immagine senza tempo della celebre canzone dei Beach Boys, “California Girls”: sole, sabbia e palme!! Il clima è praticamente ideale, soleggiato e temperato tutto l’anno.

L’ultima tappa è Los Angeles, città di partenza della nostra avventura, dove lasciamo i nostri ferri.

Ancora una sfida con il cibo ci attende: i famosissimi burritos di Manuel’s Original El Tepeyac Cafe, esplosive pietanze messicane. Anche questa volta l’uomo ha vinto!

È il momento di rientrare. Davanti a noi ancora le immagini suggestive offerte dalle balene, dai cardon, dai cirios, dal vento del deserto, dalle immense spiagge che si affacciano sull’oceano, dai messicani con i loro modi pacati di affrontare ogni cosa.

Non il solito viaggio in moto a cui siamo oramai abituati e neanche il viaggio che ci aspettavamo di fare. Consapevoli che a rendere davvero speciale quest’avventura è stato il gruppo! Una volta ancora siamo rientrati ricchi di nuove e splendide sensazioni che ci rendono vivi e ci fanno crescere.

Adios Baja California!

Ringraziamenti

Ringrazio Marco di America in Moto per l’organizzazione di questo viaggio.

Riconoscimenti

L’articolo:

 

GUARDA IL FILMATO

___________________________________________________________________________

Questo slideshow richiede JavaScript.