Darwin l’Éco-Système. La Sreet Art a Bordeaux

In occasione dell’organizzazione del Viaggio oltre la Provenza (leggi anche: “Conosci l’Abbazia di Sainte-Marie de Fontfroide?” e “Au-delà de la Provence. Viaggio oltre la Provenza“), spulciando in rete, mi sono imbattuto in alcune foto del centro Darwin Éco-Système di Bordeaux e subito me ne sono innamorato. È diventata così una tappa fondamentale della visita alla Città del vino.

Ciò in quanto sono sono sempre più attratto dalla Street Art, l’arte di strada della cultura urbana dei nostri tempi, tanto da pianificare nei miei viaggi specifiche visite per ammirare i murales più attraenti della destinazione del momento (se ti piace la Street art ti potrebbe interessare l’articolo “Street Art. Roma, Capitale dell’Arte Urbana“).

Lucia non apprezza del tutto questa passione, poiché la costringo a visitare posti di periferia, talvolta degradati, obbligandola a scattarmi fotografie in bella posa con la moto e la cucciolona Luna.

Il progetto Darwin Éco-Système

Il Darwin Éco-Système è un progetto lanciato nel 2009 volto a riabilitare l’area della ex caserma Niel, un enorme complesso di venti mila metri quadrati che sorge lungo la riva del fiume Garonne.

Il centro Darwin Ecosystem ospita associazioni e imprese della green economy e dell’industria creativa nonché un ottimo punto vendita di prodotti biologici.

Frequentato da skaters, writers e migliaia di curiosi come me.

Darwin l’Éco-Système
Darwin l’Éco-Système – Street Art

L’arrivo al Darwin Éco-Système

Parcheggio El Andador, il sidecar, nei pressi dell’ingresso principale, fuori dal complesso. Le mura esterne sono già dipinte da meravigliosi murales. Le finestre senza vetri lasciano intravedere cosa l’interno offre.

Facciamo un giro nel centro. Visitiamo i capannoni abbandonati alle intemperie. Sono tutti decorati con disegni di pregiata fattura, dai colori sgargianti.

Osserviamo giovani skaters impegnati in folli acrobazie. Un writer è intento a completare una nuova opera.

Darwin l’Éco-Système – Street Art

La sfilata di El Andador tra la street art del centro Darwin Éco-Système di Bordeaux

Mi assale improvvisa la voglia di rubare qualche scatto particolare con il sidecar. “Ma va!” esclama Lucia. Mi precipito fuori e recupero El Andador.

Sotto gli sguardi increduli dei visitatori varco l’ingresso. Procedo adagio e mi intrufolo dentro il primo capannone.

Posiziono il tre ruote davanti ad uno splendido murales e giù foto su foto. La mia macchina fotografica sembra una mitragliatrice.

Non pago del risultato, entro in un secondo capannone. Altra posa con Luna. La macchina  fotografica si infuoca.

Curiosi si affacciano e fotografano a loro volta la scena.

Questo centro è meraviglioso, per gli appassionati di Street art come me. Credo di aver realizzato, anche con l’ausilio di Lucia, delle belle foto. Non credi?

GUARDA IL FILMATO

___________________________________________________________________________

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Commenti

    1. Autore
      del Post
    1. Autore
      del Post
    1. Autore
      del Post
      Falupe

      Quindi è giustificata la mia ossessione! Lucia, qui mi dicono che devi continuare a scattare fotografie 😎 grazie per il sostegno Orsa 😘

  1. La valigia di Cassandra

    In verità non sono troppo affascinata dalla Street Art, nonostante la trovi un’arte sublime.
    Più che altro, mi affascina la cultura che c’è dietro…e i racconti delle emozioni che scatena.
    Grande come sempre Fausto…ma meravigliosi applausi anche per Luna e Lucia! :*

    1. Autore
      del Post
      Falupe

      In effetti non tutti i writer riescono a rendere bene il proprio pensiero nei murales che creano. Al Darwin ne ho trovati diversi che sono delle vere opere d’arte, per fattura e per il messaggio che vogliono trasmettere. C’è una condensazione che è veramente impressionante. Grazie Rosaria per il tuo sempre prezioso commento 🤗

    1. Autore
      del Post
    1. Autore
      del Post
    1. Autore
      del Post
    1. Autore
      del Post
  2. lillyslifestyle

    Calza a pennello in questi giorni che sto preprando il mio secondo viaggio a Bordeaux. 😉
    Ti capisco sulla street art ma vedrai che anche lei si arrenderà questa passione. Noi siamo completamente appassionati e cerchiamo sempre le periferie per scovare nuove/vecchie opere.
    Lisbona sarebbe un paradiso per te.

    1. Autore
      del Post
      Falupe

      Lisbona, la sto corteggiando da un po’, ma per raggiungerla in moto è necessario una buona pianificazione del viaggio ed una ventina di giorni a disposizione 😉

Rispondi